Tag Archives: Frassinelli

Letture: “Le buone intenzioni” di Kate Tempest

26 Apr

image

Kate Tempest, Le buone intenzioni, traduzione di Simona Vinci, Frassinelli, I edizione marzo 2017, 325 pagine.

In questo romanzo sono narrate le vicende di alcuni giovani intorno ai venticinque anni che, a loro modo, nei modi a loro consentiti dalla sorte, cercano la felicità. Lo sfondo su cui si muovono è quello dei quartieri nella zona sud-est di Londra, soprattutto Deptford, dove il lavoro precario, la disoccupazione, la mancanza cronica di denaro, sono i problemi più assillanti.

Pur narrando di stili di vita che non approvo, di esistenze ai margini della legalità (non c’è uno dei protagonisti che abbia una vita normale), ho letto questo romanzo in pochi giorni. Ciò che ha reso la lettura scorrevole è innanzitutto la trama. Il romanzo si apre con le due protagoniste, Becky e Harry, in fuga; segue un lungo flash-back, nelle ultime pagine si ritorna al presente e poi si arriva a un finale, che poi veramente finale non è, nel senso che il lettore rimane con alcune domande senza risposta.

Anche i dialoghi vivaci contribuiscono a rendere molto scorrevole la lettura. Originale è lo stile: quella di Kate Tempest è una scrittura ricca di immagini insolite. Mi piacerebbe leggerlo in originale. Inoltre pur trattando di argomenti a volte delicati, l’autrice non è mai volgare.

KT-Square

Kate Tempest è nata nel 1985 a Brockley, sud-est di Londra. Kate è una rapper e una poetessa, molto apprezzata nei poetry slams. Nel 2013 ha vinto il prestigioso premio Ted Hughes Award per l’opera teatrale Brand New Ancients. Nel 2014 ha pubblicato l’album Everybody down che è stato nominato per il Mercury Prize (premio musicale al miglior album britannico dell’anno). Nel 2016 ha pubblicato l’album Let them eat chaos. Le buone intenzioni (The Bricks that built the house, 2016) è il suo primo romanzo.

Mentre leggevo il libro ho ascoltato questa canzone (le protagoniste sono proprio Becky e Harry, le cui vicende sono al centro di Le buone intenzioni)

Su youtube sono disponibili anche i video relativi al dramma Brand new ancients, ecco la prima parte:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: