Il piacere di leggere i romanzi d’evasione

25 Apr
Carolina Invernizio

Carolina Invernizio

A volte capita di essere guardate dall’alto in basso quando si leggono i romanzi rosa,i romanzi d’evasione, i romanzi d’appendice. Contro questo pregiudizio riporto quello che dice Antonia Arslan nella bella prefazione al romanzo Il bacio di una morta (1886) di Carolina Invernizio (edizione Einaudi del 2008 a cura di Luca Scarlini); la Arslan difende i romanzi popolari definendoli “un piccolo paradiso, un giardino delle delizie chiuso da alte mura, al cui interno nessuno ti viene a cercare, nessuno ti può fare del male, perché il romanziere, a cui il lettore si affida come ad un amico sicuro, tiene saldamente i fili di un esito felice che inesorabilmente arriverà, di un sogno che puntualmente tornerà a consolarlo, libro dopo libro, avventura dopo avventura” .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: